La scoperta della liturgia della meditazione (Vangelo di martedì 21 novembre 2023 e commento)

La scoperta della liturgia della meditazione (Vangelo di martedì 21 novembre 2023 e commento)

Mt 12,46-50 Martedì 21 novembre 2023, Presentazione della Beata Vergine Maria

In quel tempo, mentre Gesù parlava ancora alla folla, ecco, sua madre e i suoi fratelli stavano fuori e cercavano di parlargli.
Qualcuno gli disse: «Ecco, tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e cercano di parlarti».
Ed egli, rispondendo a chi gli parlava, disse: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Poi, tendendo la mano verso i suoi discepoli, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, egli è per me fratello, sorella e madre».
***

Anche Maria è cresciuta dietro a Gesù. Qui la vediamo imparare che riflessione comunitaria sulla Parola è una liturgia, un momento di preghiera, come una messa, che dunque tranne eccezioni particolari non può venire interrotto. E l’ascolto comunitario della Parola, vissuto alla sequela di Gesù, nel cammino di fede fa crescere, come uomo, persino Gesù. Egli, come uomo, è cresciuto appoggiandosi alle fonti della grazia (Parola, sacramenti, comunità di crescita, preghiera…) che pure, come Dio, ha portato a pienezza. La stessa Maria cresce dietro a Gesù ma anche con l’aiuto degli altri, qui i discepoli che meditavano con Cristo.